Incipit per iniziare la settimana: Daniel Pennac

Daniel Pennac è quell’autore che, tante volte, sembra faccia apposta a non farsi realmente comprendere. Quello che, tante volte, lo leggi, ti illumina, poi decide che deve annoiarti un po’, lasciarti lì sospesa un po’, farti incazzare un po’. Tu arrivi a detestarlo pure. Eppure, alla fine, una volta finito un suo libro, ti mancherà.

“Posto che sia possibile mettere una data a simili nascite, io sono diventato scrittore la notte di questa conversazione con Louis. Avevo dieci anni e sostenevo con il mio migliore amico che la luce era fatta di acqua”

La Legge del sognatore – D.Pennac – Acquista

“Il verbo leggere  non sopporta l’imperativo, avversione che condivide con alcuni altri verbi: il verbo “amare”… il verbo “sognare”…

Naturalmente si può sempre provare. Dai, forza: “Amami!” “Sogna!” “Leggi!” “Leggi! Ma insomma, leggi, diamine, ti ordino di leggere!”

“Sali in camera tua e leggi!”

Risultato?

Niente.”

Come un romanzo – D.Pennac – Acquista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *