Incipit per iniziare la settimana: Alessandro Baricco

spiaggia con mare e onde schiumose

Alessandro Baricco è quello che serve per iniziare la giornata, la settimana, il mese. L’autore dell’inizio, l’autore da iniziare.

Abbiamo tutti sedici, diciassette anni – ma senza saperlo veramente, è l’unica età che possiamo immaginare: a stento sappiamo il passato.

Emmaus -A.Baricco – Acquista

Sabbia a perdita d’occhio, tra le ultime colline e il mare – il mare – nell’aria fredda di un pomeriggio quasi passato, e benedetto dal vento che sempre soffia da nord.
La spiaggia. E il mare.

Oceano Mare – A.Baricco

Incipit per iniziare la settimana: Elena Ferrante

immagine dipinta vintage di città con tram

Elena Ferrante è e non è. Meravigliosamente nello stesso soggetto sfuggevole, consapevole, che accettiamo senza riserve purchè si possa leggere, purchè continui a scrivere.

Un pomeriggio d’aprile, subito dopo pranzo, mio marito mi annunciò che voleva lasciarmi. Lo fece mentre sparecchiavamo la tavola, i bambini litigavano come al solito nell’altra stanza, il cane sognava brontolando accanto al termosifone. Mi disse che era confuso, stava vivendo brutti momenti di stanchezza, di insoddisfazione, forse di viltà. Parlò a lungo dei nostri quindici anni di matrimonio, dei figli, e ammise che non aveva nulla da rimproverare né a loro né a me. Tenne un atteggiamento composto come sempre, a parte un gesto eccessivo della mano destra quando mi spiegò con una smorfia infantile che voci lievi, una specie di sussurro, lo stavano spingendo altrove. Poi si assunse la colpa di tutto quello che stava accadendo e si chiuse con cautela la porta di casa alle spalle lasciandomi impietrita accanto al lavandino.

I Giorni dell’abbandono – E.Ferrante – Acquista

Stamattina mi ha telefonato Rino, ho creduto che volesse ancora soldi e mi sono preparata a negarglieli. Invece, il motivo della telefonata era un altro: sua madre non si trovava più.

L’amica geniale – E.Ferrante – Acquista

Incipit per iniziare la settimana: Paola Cereda

uomo in bicicletta su una strada in mezzo ad un pianura con un principio di nebbia

Paola Cereda è un’autrice che riesce a coniugare amarezza e ironia dando uno sfondo di colore. Un modo teatrale di scrivere, di mostrare, di ricordare, di tornare al cuore.

Mi ricordo che era sabato e che faceva freddo, quello vero, quello che paralizza la mascella da un orecchio all’altro quasi a disegnare un sorriso al quale nessuno crede.

Della Vita di Alfredo – P. Cereda – Acquista

Allora, hai deciso? Passo da te o mi fai subito un bonifico? Mi stai ascoltando? Ti dicevo che mi servono quei soldi. Sono solo settantamila. Euro! Se non vuoi sbloccare i tuoi investimenti, puoi vendere l’alloggio. Significa che non venderai? E’ un no? Il tuo è un no? Non puoi aiutarmi? Non vuoi?

Tu esiti per soddisfare i miei bisogno, per vivere una vita secondaria. E’ a questo che servono le madri.

E aveva riattaccato

Quella metà di noi- P. Cereda – Acquista

E aveva

Incipit per iniziare la settimana: Daniel Pennac

libro fantastico con paesaggio disegnato, un cane e una donna con l'ombrello

Daniel Pennac è quell’autore che, tante volte, sembra faccia apposta a non farsi realmente comprendere. Quello che, tante volte, lo leggi, ti illumina, poi decide che deve annoiarti un po’, lasciarti lì sospesa un po’, farti incazzare un po’. Tu arrivi a detestarlo pure. Eppure, alla fine, una volta finito un suo libro, ti mancherà.

“Posto che sia possibile mettere una data a simili nascite, io sono diventato scrittore la notte di questa conversazione con Louis. Avevo dieci anni e sostenevo con il mio migliore amico che la luce era fatta di acqua”

La Legge del sognatore – D.Pennac – Acquista

“Il verbo leggere  non sopporta l’imperativo, avversione che condivide con alcuni altri verbi: il verbo “amare”… il verbo “sognare”…

Naturalmente si può sempre provare. Dai, forza: “Amami!” “Sogna!” “Leggi!” “Leggi! Ma insomma, leggi, diamine, ti ordino di leggere!”

“Sali in camera tua e leggi!”

Risultato?

Niente.”

Come un romanzo – D.Pennac – Acquista

Incipit per iniziare la settimana: Carlos Ruiz Zafon

scritta in inglese once upon a time

Carlos Ruiz Zafon è uno degli autori più onirici del panorama letterario. Leggere anche solo alcune delle sue parole può essere uno spunto creativo per una notte di pensieri.

La linea che separa i sogni dagli incubi è sottile come un ago e ben presto le ombre del passato tornarono a presentare il conto.

Il Palazzo della Mezzanotte – C.Ruiz Zafon – Acquista

Una volta Marina mi disse che ricordiamo solo quello che non è mai accaduto. Sarebbe trascorsa un’infinità di tempo prima che potessi comprendere quelle parole. Ma è meglio che cominci dall’inizio, che in questo caso è la fine.

Il Palazzo della Mezzanotte – C.Ruiz Zafon – Acquista